Home > Altri Sport, Argomenti vari, Calcio, Serie A, Sport, Sport Vari > Genoa-Roma 0-1 – Le pagelle

Genoa-Roma 0-1 – Le pagelle

15 Dicembre 2014

De Sanctis 6: il Genoa combina ben poco e il portiere giallorosso non ha occasione di mettersi in mostra. Gestisce bene l’ordinaria amministrazione anche se non sembra completamente sicuro nei rinvii.

Maicon 7.5: cavalca con furia la fascia destra e nel primo tempo è imprendibile. Suo l’assist per il gol di Nainggolan. Mette in mezzo parecchi palloni pericolosi e poi, nella ripresa, frena un pochino gestendo la gara. Un fiume in piena.

Yanga-Mbiwa 7: la difesa giallorossa concede pochissimo al Genoa e il difensore francese non sbaglia praticamente nulla.

Astori 6.5: buona anche la sua prestazione anche se nel primo tempo tiene in gioco Matri nell’unica occasione del Genoa. Bravo poi a rimediare e a disturbare l’attaccante avversario nel suo tentativo a rete.

Cholevas 6: più preoccupato a tenere la posizione che a tentare qualche sortita in avanti. Disciplinato tatticamente, concede poco dalla sua parte. Rischia quando tiene in gioco Sturaro nella ripresa.

Pjanic 6.5: si propone in avanti con efficacia ed è lui a servire l’assist per Nainggolan, atterrato poi da Perin in area di rigore.

Keita 7: perde un ingenuo pallone sul finire della ripresa ma è l’unico errore di una partita praticamente perfetta. Danza davanti alla difesa giallorossa e ferma le avanzate del Genoa.

Nainggolan 8: recupera decine e decine di palloni ma, soprattutto, trova un gol pazzesco che consegna tre punti pesantissimi alla Roma.

Florenzi 7: non segna e non fa assist ma è tra i migliori in campo. Da una sua giocata prende il via l’azione che porta al rigore e all’espulsione di Perin. Preziosissimo anche in fase di copertura, non si risparmia fino alla fine.

Gervinho 6: entra in quasi tutte le occasioni della Roma. Nella ripresa spreca una clamorosa occasione non riuscendo a sfruttare il liscio di Roncaglia. Poco dopo, si libera con un numero del suo avversario e mette un gran pallone per Florenzi. Dal 37′st Iturbe sv.

Ljajic 6.5: sbaglia il calcio di rigore ma è tra i più pericolosi in avanti. Palla al piede, dà sempre l’impressione di poter creare qualcosa. Dal 31′st Totti sv.

Garcia 7.5: il Genoa era l’avversario probabilmente più rognoso da affrontare in questo momento. Il tecnico francese questa volta azzecca tutto, soprattutto la formazione iniziale, inserendo tre giocatori mobili come Florenzi, Ljajic e Gervinho per contrastare la corsa del Genoa. Psicologicamente, ricarica i giocatori dopo l’amarezza europea e la Roma scende in campo arrabbiata e determinata a portare a casa tre punti fondamentali.

(VGR)

I commenti sono chiusi.